about

MARTINA ROBERTS (Torbay – Uk), si è laureata in Pittura all’Accademia di Belle arti di Ravenna e ha frequentato la University of the West of England, Bristol (UK).

La sua ricerca è rivolta principalmente alla pittura e al disegno, con progetti che recentemente hanno incluso anche oggetti e immagini digitali.

Ha esposto in spazi pubblici e privati in Italia e all’estero, tra le mostre principali: Sketch. Segni contemporanei, a cura di Gianluca Covelli, Galleria La Nuova Pesa, Roma 2020; Manabamàte, a cura di Giacinto Di Pietrantonio, BoCs Art Cosenza 2019; Il tempo interiore, Galleria Weber & Weber con un testo di Simona Vinci, Torino 2019; Departures, a cura di Esperanza Durán, Fondazione Frax, Albir – Spagna 2017; Il cinema e lo sguardo degli altri, a cura di Mimma Pasqua e Maria Rosa Pividori, Galleria QuintocortileMilano 2016; The Journey, a cura di Cecilia J. Etcheverry, Museu d’Art, Ajuntament Vell, Calpe – Spagna 2015; Disegni scelti dall’archivio – Drawings Storage, a cura di Giovanna Sarti, Martina Roberts e Marta Zanoni, Goethe-Zentrum, Bologna 2015; Disseminazione, a cura di Gino Gianuizzi e Anteo Radovan, Casabianca – Zola Predosa  (BO) 2015; Selvatico.Tre, a cura di Massimiliano Fabbri, Museo Luigi Varoli, Cotignola(RA) 2014; La formazione dell’Uno, a cura di Fabio De Chirico, Mimma Pasqua e Franco Gordano, Galleria Nazionale di Cosenza 2011; Tornare@itaca, Fondazione Mudima, curata da Mimma Pasqua e Franco Gordano, Milano 2010; Flowers, Galleria Vertigo, Cosenza 2009; Arte nel Ghetto, curata da Maria Livia Brunelli, Studio Pla’, Bologna 2000; Umano troppo umano, Studio Ercolani, curata da Maura Pozzati, Bologna 1997.

Nel 2019, vince, in gruppo con l’artista Antonio Violetta, il concorso pubblico per la realizzazione di due opere d’arte per la nuova sede del Compartimento Regionale e Sezione Provinciale della Polizia Stradale di Bologna (BO).

Vive e lavora a Bologna.